I fiorentini all’estero ed il catasto del 1427: frodi, elusioni, ipercorrettismi

Francesco Bettarini

Abstract


Il saggio si propone di indagare l’incidenza delle attività economiche promosse dai cittadini fiorentini residenti all’estero sulla dichiarazione fiscale presentata al catasto del 1427. La ricerca è stata circoscritta ai fiorentini domiciliati sulle coste dell’Adriatico, attingendo alla documentazione conservata negli archivi di Venezia e Dubrovnik. L’analisi delle «portate» viene quindi affrontata attraverso l’esame dei seguenti punti: a) autodichiarazione di possesso di diritti e/o beni in una città straniera; b) beni immobili; c) bilancio dell’attività commerciale o artigianale; d) obbligazioni (creditori e debitori); e) composizione del nucleo familiare. In conclusione, è stato possibile notare come il rispetto della trasparenza patrimoniale richiesta dal catasto fosse maggiore in quei cittadini che avevano un interesse politico e sociale nel mantenere un buon rapporto con le istituzioni della madrepatria.

Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/Annali_Stor_Firen-10298



  Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
 
 
Firenze University Press
Via Cittadella, 7 - 50144 Firenze
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712
E-mail: info@fupress.com