Homo faber versus homo ludens

Emiliano Romagnoli

Abstract


Nel 1949 Aldo Van Eyck allestisce la prima mostra del gruppo d'avanguardia Cobra allo Stedelijk Museum di Amsterdam; negli stessi anni inizia a lavorare (1947-1978) al progetto dei playgrounds per la città di Amsterdam. Sottili legami tengono uniti i due eventi. In poco tempo il gruppo Cobra si scioglie ma alcuni suoi membri come Constant Nieuwenhuys confluiscono nella Situationist International; è nell'ambito di quelle ricerche che Constant, grazie anche all'aiuto di Van Eyck, propone la New Babylon nella quale l'homo faber è sostituito dal nuovo homo ludens (Johan Huizinga, 1938). Nella New Babylon il valore simbolico del gioco si carica di significato nella polemica contro il moderno; alla città  funzionalista, meccanizzata si contrapporre una città che recupera il suo rapporto con la strada e con gli spazi pubblici informali.

Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/FiAr-24834

 

This is a peer reviewed journal published under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0) 

  

Via Cittadella, 7 - 50144 Firenze 
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712 
E-mail: info@fupress.com