: Vol. 20, n. 2. Prospettive di ricerca nell’Educazione degli Adulti: dalla formazione alle competenze per il mondo del lavoro

Vol. 20, n. 2. Prospettive di ricerca nell’Educazione degli Adulti: dalla formazione alle competenze per il mondo del lavoro 

Mentre l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, siglata nel 2015, pone l’attenzione sul tema dello sviluppo sostenibile per le generazioni future, la Commissione europea, al contempo, recepisce i 17 obiettivi strategici di tale sviluppo e basa su questi le priorità delle proprie politiche. Dalla occupazione, alla costruzione del lavoro, alla giustizia e ai diritti, alle migrazioni fino alla democrazia, trasversalmente, la dimensione della sostenibilità della condizione umana costituisce l’orientamento all’azione degli stati. I temi dell’apprendimento e della formazione, come dell’educazione e della crescita civile attraversano l’impegno alla sostenibilità. Senza una riflessione profonda sull’educazione, ma soprattutto sull’agire educativo, non sarebbe possibile interrogarsi sulle strategie, le politiche, le misure per rendere il nostro mondo più “vivibile”. 

La domanda dalla quale partiamo riguarda l’urgenza con la quale la ricerca in Educazione degli adulti si interroga per rispondere alla complessità attuale. Formazione e Lavoro sono le due tracce e, all’interno di queste, quali azioni educative nella formazione e nel Lavoro per lo sviluppo, per la sostenibilità, per l’employability, per l’entrepreneurship. 

Le chiavi di lettura che sollecitiamo sono quelle del divenire adulti attraverso la formazione, attraverso il lavoro, per mezzo della configurazione di competenze che ci contraddistinguono, quasi dicono di noi e ci definiscono. Perché, al di là, degli studi teorici, anche storici, empirici, sperimentali, sicuramente abbiamo una necessità impellente: consegnare alle generazioni le capacità per poter pensare e creare il mondo della vita. Allora, proprio le competenze, le capacità, divengono una lente interpretativa del mondo adulto. Quali competenze, per quali adulti, per quali professioni e per quale lavoro, ma soprattutto per quale futuro. Non l’oggi, ma il domani. Comprendere cosa si apprende, dove lo si apprende, a quali fini, divengono temi centrali per la formazione nell’arco ampio dell’esistenza di ogni uomo. Formazione, competenze, lavoro. Caratteristiche per leggere la condizione adulta in un contesto di sviluppo sostenibile. 

Trasversalmente al che cosa, il come. Riflessioni teoriche, ricerche empiriche, esperienze misurate e azioni sperimentate. La Call n. 2/2019 intende raccogliere contributi e analisi che possano permettere di rispondere alle domande su esposte. Le linee di ricerca potranno orientarsi: 

1. L’Educazione degli Adulti e nuovi bisogni sociali, politici, culturali; 

2. La transizione al lavoro, le competenze per il lavoro, la formazione al lavoro; 

3. Il lavoro in un mondo “già cambiato”: l’agire educativo per il futuro; 

4. Adulti in-formazione; 

5. Politiche per employability, entrepreneurship, sustainability 

Guest Editor: Vanna Boffo (Università di Firenze), SoongHee Han (Seoul National University), Claudio Melacarne (Università di Siena). 

Scadenza: i contributi devono pervenire entro il 15 aprile 2019. 

Uscita del numero: 31 luglio 2019.

Scarica l'invito



Licenza Creative Commons

This work is licensed under a Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International (CC BY-NC-ND 4.0)


 
Firenze University Press
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712
E-mail: journals@fupress.com