L’Alternanza Scuola-Lavoro: uno studio qualitativo

Concetta Tino, Monica Fedeli

Abstract


Studi internazionali condotti su esperienze di Work-Based Learning (WBL) e Work-Related Learning (WRL), evidenziano il potere educativo e formativo dei contesti di lavoro. Un simile approccio è alla base del modello italiano dell’Alternanza Scuola-Lavoro (ASL), la cui componente chiave è la partnership tra scuola e mondo del lavoro. Nonostante le numerose sperimentazioni, l’ASL si presenta però come un modello formativo ancora da definire. Questo studio, facente parte di un piano di ricerca molto più ampio, è stato realizzato in due fasi, tramite interviste semi-strutturate rivolte a due gruppi di partecipanti diversi. La finalità di questa prima parte del percorso è di conoscere lo stato dell’arte del dialogo scuola-lavoro in alcune scuole del nord-Italia. I risultati ottenuti ne evidenziano i punti di forza, ma anche la causa delle criticità legate al nostro sistema di ASL.


Keywords


apprendimento situato; partenariato scuola-lavoro; Teoria dell’Attività

Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/formare-17177



Licenza Creative Commons

This work is licensed under a Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International (CC BY-NC-ND 4.0)


 
Firenze University Press
Via Cittadella 7 - 50144 Firenze
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712
E-mail: journals@fupress.com