Les rythmes postmodernes de la parentalité

Delphine Burrick, Willy Lahaye

Abstract


L’articolo illustra i risultati di una ricerca svolta su un campione di 1800 coppie genitoriali, condotta dal CERIS (Centro di Ricerca e d’Innovazione in Sociopedagogia familiare e scolare) dell’Università di Mons-Hainaut in Belgio, in collaborazione con gruppi di ricerca di altri nove paesi europei. L’indagine ha preso in esame la sensibilità dei genitori nei confronti dei bisogni psicosociali dei bambini, tenendo conto di tre parametri fondamentali: i comportamenti genitoriali positivi, lo stress familiare e la sensazione del sacrificio della propria libertà connessa alla condizione di genitore. È emerso che le madri esprimono comportamenti educativi più positivi dei padri, ma rispetto a quest’ultimi sperimentano maggiori tensioni all’interno della famiglia e risentono maggiormente delle limitazioni conseguenti all’assunzione del ruolo genitoriale. La ricerca mostra pertanto una situazione sbilanciata che vede il maggior coinvolgimento delle madri nell’educazione dei figli, facendo emergere pure l’impatto esercitato dalla cura del bambino sulla qualità della relazione coniugale e sul benessere psicofisico dei genitori.

Full Text:

PDF (Italiano)


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/RIEF-3012



Creative Commons License

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License (CC-BY- 4.0)

 
Firenze University Press
Via Cittadella, 7 - 50144 Firenze
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712
E-mail: info@fupress.com