L’amore come relazione sociale

Pierpaolo Donati

Abstract


L’amore è un concetto polisemico che può essere declinato in mille nomi, perché diverse sono le relazioni a cui si riferisce. Amore filiale, fraterno, genitoriale, sponsale, di semplice amicizia, amore sociale, e così via. La diversità dei suoi modi di essere diventa chiara e comprensibile solo se si fa riferimento, oltre che all’agire personale (motivazioni) degli individui, anche al contesto relazionale e soprattutto alla specificità della relazione sociale che è in gioco. La società moderna ha relegato l’amore nella sfera privata delle relazioni intime (la coppia e i suoi dintorni), escludendolo dalle ‘sfere pubbliche’ (considerate ‘neutrali’ dal punto di vista dei requisiti affettivi e morali dell’amore), come sono il mercato e lo stato. Ciò a cui oggi assistiamo è il ritorno dell’amore in sfere sociali dalle quali la modernità lo aveva escluso. Il bisogno di amore si fa sentire come una nuova esigenza relazionale in tutte le sfere della vita umana, anche nel mercato e nella sfera politica. Ovviamente, non si tratta della stessa modalità di amare. Il presente contributo di analisi sociologica mette in evidenza come nella società dopo-moderna emergano delle forme culturali e strutturali di vita sociale che rendono possibili modi nuovi di agire per amore, che vanno al di là delle dicotomie moderne (amore privato vs pubblico, irrazionale vs razionale). Tali modi si differenziano a seconda delle diverse sfere sociali. La novità è data dai ‘beni relazionali’, che sono stimolati da specifici criteri di differenziazione relazionale e di riflessività relazionale dell’amore. In questo scenario, si può intravvedere uno spostamento epocale nella semantica dell’amore, che da ‘amore-passione’ diventa ‘cura della relazione’. Si tratta di capire come e dove l’amore possa emergere in quanto nuova forma di prendersi cura dei beni relazionali.

Keywords


amore; relazione sociale; riflessività relazionale; beni relazionali; cura

Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/SMP-10603



Creative Commons License

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License (CC-BY- 4.0)

 
Firenze University Press
Via Cittadella, 7 - 50144 Firenze
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712
E-mail: info@fupress.com